Consigli sul sonno per chi soffre di allergie

Chi soffre di allergie deve lottare con grave stanchezza, naso che cola e attacchi di tosse, soprattutto in primavera. Anche il sonno notturno ne risente, ci sono difficoltà ad addormentarsi o frequenti interruzioni del sonno. E questo nonostante la rigenerazione e la difesa immunitaria durante il sonno siano particolarmente importanti per la salute. Qui puoi scoprire quali consigli utili ti aiuteranno ad alleviare la febbre da fieno di notte e a dormire bene nonostante un'allergia ai pollini.

Sommario

      1. Conteggio dei pollini in primavera
      2. allergia e sonno
      3. Suggerimenti per il sonno per chi soffre di allergie
      4. Svegli e rilassati Goditi la primavera
      5. Conclusione

        Conteggio pollini in primavera

        Primavera, sole, febbre da fieno. Quasi il 15% degli adulti sviluppa un'allergia ai pollini nel corso della propria vita e viene particolarmente colpito quando la natura rifiorisce in primavera e il polline inizia a cadere su piante, alberi e arbusti. Chi soffre di un'allergia ai pollini di solito lotta con stanchezza, naso che cola, mucose irritate e attacchi di tosse e non solo è colpito dai sintomi delle reazioni allergiche durante il giorno, ma spesso anche la notte. Questo riduce la qualità del sonno, impedisce la tanto necessaria rigenerazione durante il sonno e in questo modo ti sottrae anche l'energia per la giornata.

        Allergia e sonno

        Un'allergia è la reazione eccessiva del sistema immunitario a sostanze effettivamente innocue. Una reazione allergica può essere causata dal contatto con un'ampia varietà di sostanze come polvere domestica e polline e portare a una risposta immunitaria da parte dell'organismo. In caso di raffreddore da fieno diffuso, il nostro sistema immunitario reagisce al polline delle piante presente nell'aria, che viene assorbito attraverso le mucose. I sintomi classici includono starnuti frequenti e naso che cola, congiuntivite, ipersensibilità del naso e degli occhi, nonché sonnolenza diurna o difficoltà respiratorie.

        smartsleep Schlafmagazin: Auswirkungen von Heuschnupfen und Allergien auf die Gesundheit und den Schlaf

        Sintomi di allergia persistenti durante la notte possono rendere più difficile addormentarsi e rimanere addormentati e quindi ridurre la qualità del sonno. Inoltre, il sistema immunitario lavora a pieno regime, soprattutto durante il sonno, e combatte le sostanze presumibilmente nocive. Chi soffre di allergie è spesso stanco durante il giorno e soffre di ridotta concentrazione e prestazioni. Puoi scoprire di più sul sistema immunitario durante il sonno qui.

        Per alleviare i disagi notturni e sostenere il corpo nell'importante fase di rigenerazione, puoi integrare nella tua routine serale alcuni accorgimenti speciali. Fondamentalmente, è importante mantenere l'ambiente in cui si dorme il più possibile privo di pollini in modo che la reazione allergica si riduca durante la notte e il corpo possa riposare.

        Allergie: Schnupfen, Husten, Juckreiz bringen schlechten Schlaf

        A proposito: I nostri consigli aiutano in particolare con la febbre da fieno, ma possono anche favorire il sonno con allergie alla polvere domestica o agli acari della polvere.

        Suggerimenti per il sonno per chi soffre di allergie

        Con questi suggerimenti rapidi puoi ridurre facilmente il carico di polline nell'ambiente in cui dormi e assicurarti condizioni di sonno ottimali in modo da poter addormentarti più facilmente e trovare un sonno riposante!

        #1 La giusta routine serale

        Am Abend das Gesicht, Schleimhäute, Haare und Körper gründlich von Pollenpartikeln reinigen

        Prima di andare a letto, di solito seguiamo comunque una certa routine di cura. Oltre a lavarsi i denti o la pelle, chi soffre di allergie dovrebbe assicurarsi di pulire accuratamente il naso e le mucose per liberarli da tutte le sostanze irritanti, perché è qui che il polline viene assorbito dall'organismo.Per questo motivo, prova a lavarti i capelli prima di andare a letto, spazzolali bene e/o raccoglili in una coda di cavallo o in una crocchia per la notte e non cambiarti i vestiti nell'ambiente in cui dormi.

        #2 Ridurre i raccoglitori di polline nell'ambiente in cui si dorme

        Le particelle che volano nell'aria si depositano rapidamente nei tessuti e nei tessuti. Nella migliore delle ipotesi, fai a meno di un numero inutilmente elevato di tessuti per la casa come tappeti, coperte e tende e non lasciare i tuoi vestiti in giro per la camera da letto. Dovresti lavare la biancheria da letto regolarmente, preferibilmente settimanalmente e a 60 gradi Celsius, per rimuovere completamente la polvere o il polline che è stato introdotto. Ciò è particolarmente importante per le persone allergiche agli acari e alla polvere domestica, ma può essere utile anche per il raffreddore da fieno, poiché il polline può entrare nella camera da letto attraverso le finestre aperte, i vestiti e il nostro corpo durante il giorno e si agita facilmente di notte.

        #3 Ventilare correttamente

        Un ambiente per dormire fresco (16 - 18 gradi) e ben ventilato è generalmente favorevole a un sonno salutare. Per mantenere il più basso possibile il carico pollinico all'interno della propria casa e soprattutto in camera da letto, è meglio tenere le finestre chiuse durante il giorno o dotarle di schermi antipolline. Non appena il conteggio dei pollini diminuisce, dovresti ventilare bene! Nelle aree urbane l'ora ideale è la mattina presto (dalle 6:00 alle 8:00), nelle aree rurali la sera tra le 19:00 e la mezzanotte.

        Svegliati e goditi la primavera

        Le reazioni allergiche di difesa del nostro organismo possono privarci rapidamente del sonno e far sì che chi soffre di allergie perda energia, concentrazione e prestazioni non solo a causa del conteggio dei pollini durante il giorno, ma anche a causa della mancanza o del cattivo sonno notturno . Con questi e altri semplici accorgimenti puoi garantire migliori condizioni di sonno e aiutare il tuo corpo a dormire di nuovo meglio nonostante il raffreddore da fieno e lo stress associato. Prova anche a seguire i nostri consigli generali sul sonno in modo da poter preparare in modo ottimale il tuo corpo per dormire nelle migliori condizioni possibili. Se la tua allergia ti impedisce comunque di dormire, questo articolo ti spiegherà come puoi iniziare la giornata ancora sveglio al mattino. In modo che tu, anche se soffri di allergie, possa goderti l'aumento delle temperature e il caldo sole primaverile!

        Conclusione

        • Gli allergici soffrono di numerosi sintomi, soprattutto in primavera, che portano anche a disturbi del sonno e difficoltà ad addormentarsi.
        • Per dormire bene nonostante l'allergia, è consigliabile ridurre il carico pollinico nell'ambiente in cui si dorme.
        • Esegui un'accurata pulizia del naso e delle mucose prima di coricarti e lava o spazzola i capelli per rimuovere le particelle irritanti prima di coricarti.
        • Fai a meno dei tessuti per la casa e lava regolarmente la biancheria da letto per mantenere bassi i livelli di polline.
        • Tieni le finestre chiuse durante il giorno o usa gli schermi antipolline. Ma non dimenticare di ventilare a orari appropriati (quando piove, in città al mattino e in campagna la sera) e di garantire un ambiente fresco per dormire.

        Saluti ea presto!

        .

        lascia un commento

        Tutti i commenti vengono esaminati prima della pubblicazione